Articles

Alagoas

E' uno dei 27 stati federali del Brasile, si trova nella parte orientale della Regione Nord-Est.
Confina: con lo stato di Pernambuco  a nord e nord ovest, lo stato di Sergipe a sud, lo sotto di Bahia a sud ovest, e con l'Oceano Atlantico ad est.
Occupa una superficie di 27.767 km ²,  la sua capitale è la città di Maceió.

Si compone di 102 comuni, le città con maggiore popolazione sono Maceió, Arapiraca, Palmeira dos Indios, Rio Largo, Penedo, União dos Palmares, São Miguel dos Campos, Santana do Ipanema, Delmiro Gouveia, Coruripe, Marechal Deodoro, e Campo Alegre .

Alagoas è uno dei più piccoli stati del Brasile, maggiore per estensione solo allo stato di Sergipe è il 16° per numero di abitanti, è uno dei più grandi produttori di canna da zucchero e noci di cocco nel paese ed ha una economia basata su allevamento del bestiame.

Terra del sururu (sono le nostre cozze o muscoli), molluschi lagunari con i quali vengo preparati prelibati piatti dagli abitanti della costa a e acqua di cocco.


Inizialmente, il territorio Alagoano faceva parte del Pernambuco, costituiva la parte sua meridionale,
nel 1631 subì l'invasione olandese. Gli invasori furono cacciati 1645, dopo intensi combattimenti a Porto Calvo, lasciando l'economia totalmente disorganizzata.

La fuga degli schiavi africani durante l'invasione olandese creò un grave problema di carenza di manodopera nelle piantagioni di canna zucchero.
Altri scapparono dalle piantagioni e cercarono di stabilire degli insediamenti, detti quilombos, di cui un dei più importanti era Palmares.
Questi insediamenti, tuttavia, vennero quasi tutti smantellati da truppe private o governative. Gli africani divennero una parte significativa della popolazione brasiliana e, molto prima della fine della schiavitù, avvenuta nel 1888 con la legge Aurea  promulgata dalla principessa Isabella, iniziarono a fondersi con la popolazione di origine europea. Solo nel 1817 Alagoas guadagnò la sua autonomia.
Si espanse la coltivazione della canna da zucchero. Nacquero le città di Porto Calvo, Alagoas (ora Marechal Deodoro) e Penedo, che guidarono lo sviluppo economico dell'Alagoas.

Soprannominata la Terra dei Marescialli (Terra dos Marechais), per aver dato i natali a Deodoro da Fonseca e Floriano Peixoto, Alagoas ha dato i natali anche a numerosi illustri personaggi brasiliani tra i quali l'antropologo Arthur Ramos, il maestro Hekel Tavares, il filologo Aurélio Buarque de Holanda , il poeta Jorge de Lima, i giuristi Pontes de Miranda e Marcos Bernardes de Mello, ed agli scrittori Ledo Ivo e Graciliano Ramos.

Oggi Alagoas è conosciuta come "Il Paradiso d'Acqua" in quanto è caratterizzata da una costa con una estensione di circa 250 Km, ricca di spiagge meravigliose, dove il sole splende tutto l'anno, inoltre è ricca di storia con città preservate come Penedo e Marechal Deodoro dichiarata dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità.
Vengono svolte molte celebrazioni culturali e folkloristiche con più di 25 diversi tipi di danze, la maggior parte provenienti dal continente europeo, che si mescolano con altri di origine africana e indiana, formando nuovi colori e ritmi.

L’ Alagoas è ricca itinerari turistici, come la Costa dos Corais, dove è situata la seconda più importante formazione corallina del mondo, uno spettacolare scenario visibile con la bassa marea, in quanto si formano delle piscine naturali dove il turista può osservare una infinità di varietà di piccoli pesci colorati, nelle calde e limpide acque.
Altra splendida caratteristica del litorale dell’ Alagoas è il gran numero di lagune, 19  da qui il nome dello stato "Alagoas" (Laguna) . Le più conosciute sono Mundaú e Manguaba, che, insieme, formano uno dei maggiori complessi lagunari del mondo.
La laguna Mundaú è situata nel litorale sud, ha una superficie di circa 23 km2 e si distingue per l'ampiezza delle sue paludi di mangrovie che formano grandi canali fino all'incontro con il mare, e per una grande varietà di pesci e molluschi . La laguna Manguaba è la più grande dello stato e le sue principali attrazioni sono le gite in barca attraverso le sue isole(vedi l'escursione delle 9 isole).
Il borgo di Massagueira, situato ai bordi del Manguaba, garantisce al turista uno scenario sorprendente, e un'ottima occasione per gustare i piatti tipici a base di pesce e crostacei nei moltissimi ristoranti situati ai bordi della laguna.

A sud sul confine con lo stato di Sergipe, possiamo trovare il terzo fiume più grande del Brasile, il São Francisco. Lungo il fiume si possono vedere paesaggi incantevoli, il canyon do Canyon do rio São Franciscoe e le cascate Paulo Afonso.

 

Notizie Alagoas

 

Realdeodorense.net.br